CARDINALINO - AoT

ASSOCIAZIONE ORNITOLOGICA TARANTINA
ALLEVARE e proteggere
benvenuti nel nostro sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

CARDINALINO

ARTICOLI
di Tursi Giuseppe

Da diversi anni l’allevatore Giuseppe Fiusco, socio dell’A.O.T.( Associazione Ornitologica Tarantina) vince puntualmente alle mostre a cui partecipa. In occasione della 1° Mostra Indigena 2005 ( la prima mostra sperimentale sull’avifauna indigena ancestrale e mutata, che si è svolta a Matera), il Signor Fiusco si è classificato primo nella categoria dei Cardinalini del Venezuela. primo e campione Razza anche a Trani e Taranto. Inoltre nel 1999 vinse l’internazionale di Bari, con un suo ibrido tra un lucherino petto nero x negrito della Bolivia. È proprio per quell’occasione che apparve un articolo su Italia Ornitologica ( maggio 2000).
l periodo riproduttivo segue l’andamento naturale ( LUCE NATURALE), una pratica che pochi allevatori ancora praticano, infatti, le cove iniziano a metà febbraio e si protraggono fino a fine giugno a volte anche oltre. Nido utilizzato è quello di diametro 8, è come rivestimento utilizza la juta cocco sisal cotone per esotici. Per l’allevamento dei piccoli non utilizza balie. Durante il periodo invernale distribuisce ai soggetti adulti una miscela così composta:
-30% di lattuga bianca;
-20% di erba mazzolina
. 20% di scagliola bianca canadese
Il restante 30% di una miscela di semi vari, composta di: perilla bianca, lattuga nera, panico, seme di lino, e canapuccia.  
Tutto questo è integrato con un pastone morbido bianco a cui aggiunge, su ogni kg 2 bustine di Lievito vit ( acquistabile in farmacia), 20g di Protein 90, 5g di Spirulina.
Durante la muta oltre all’alimentazione sopraccitata, aggiunge una volta la settimana nell’acqua di bevanda 3-4 gocce d’idroplurivit ( integratore vitaminico acquistabile in farmacia) ed ogni 15 giorni alcune gocce di Tisana ( prodotto acquistabile in una qualsiasi rivendita per prodotti per animali), come frutta e verdura distribuisce solo foglie di basilico. Durante il periodo riproduttivo e allevamento-svezzamento dei novelli, usa preparare giornalmente i semi germinati e sostituisce il pastone morbido con un pastone secco all’uovo.
La colorazione è accentuata artificialmente ( beta-carotene e carophyll) solo ai soggetti destinati alle mostre.
via RINTONE n.39B taranto
Torna ai contenuti | Torna al menu